Il sorriso ritrovato

About This Project

La Fattoria Burgentina è un centro socio educativo polivalente sul modello delle fattorie sociali.

Dal 2002 accoglie, in regime diurno, 12 disabili del territorio Agri-Melandro con compromissione dell’autonomia in alcune funzioni elementari. Offre dunque un servizio socio-educativo di tipo integrativo al sistema dei servizi di base attivi nell’ambito sociale di zona.

E’ un’ex scuola di campagna di circa 150 mq, vicino Brienza. Ha anche un ettaro e mezzo di terreno coltivabile, un campo di calcio ed una porzione di bosco.

Gli operatori della Fattoria, Giovanni, Enrica ed Enza, lavorano con amore e dedizione per cercare di favorire il processo di crescita e d’integrazione sociale degli ospiti. Lo scopo è offrirgli la possibilità di sviluppare e migliorare le capacità relazionali per un loro reinserimento socio-lavorativo.

Nella maggior parte dei casi, gli ospiti presentano un ritardo cognitivo che falsa la percezione della realtà, motivo per cui presentano una grande difficoltà nell’integrazione sociale. Dal punto di vista motorio invece nessuno di essi presenta limitazioni fisiche particolarmente invalidanti.

Per questo, visitando la Fattoria Burgentina, è facile trovare Antonio, Rosaria e gli altri ospiti del centro alle prese con l’apicoltura o la semina e la raccolta di frutta e verdura, al lavoro dietro i fornelli per preparare una torta, o, magari, intenti nella manipolazione della creta.

Le attività svolte partono dai concetti fondamentali della valorizzazione e dell’espressione libera del sé; una scelta dettata dalla volontà di interpretare la Fattoria come luogo di creazione del sé sociale, legato ai concetti di utilità dell’individuo e dell’autostima.

Date
Category
Documentary
Tags
assistenza, Basilicata, centro socio educativo, cooperativa, Fattoria Burgentina, fattoria sociale, integrazione sociale, reinserimento, servizi socio-educativi, sociale